28 luglio 2008

Dottore...

... ma de che???

Secondo Wikipedia "Dottore" è la qualifica tradizionalmente spettante, in molti paesi del mondo con la significativa eccezione dell'Italia, a coloro che conseguono il più alto grado accademico (dottorato, modernamente denominato PhD, ovvero Philosophiæ Doctor; può essere denominato in altri modi, come ThD per Theologiae Doctor o Dr. rer. nat. per Doctor Rerum Naturalium ecc) e per i medici (MD, ovvero Medicinae Doctor).

È perciò radicalmente distinto dai gradi inferiori di Master o Licentia (laurea magistrale) o di Bachelor (laurea triennale). Questa distinzione risale alle origini stesse dell'Università, e tutt'oggi sopravvive, per esempio, anche in territorio italiano, nelle facoltà di diritto pontificio. Nelle università pontificie è doctor chi ha conseguito il dottorato, terzo ciclo degli studi universitari, che si consegue a séguito di programmi di durata biennale (dopo il baccellierato e la licenza).

Il termine deriva dal latino doctus nella sua declinazione doctorem, che indica chi, per la vasta conoscenza che ha di una data materia, è in grado di insegnarla.

Si osservi che in Italia l'uso del titolo è controverso, per l'incongruenza tra una recente interpretazione di un Regio Decreto del 1938 che attribuisce il titolo di dottore ai laureati (tenendo presente che la laurea era allora il massimo grado accademico in Italia) e le moderne normative internazionali, tra cui la Convenzione di Bologna, sottoscritta dall'Italia, che si impegna all'uniformità nell'uso dei titoli accademici.

Dunque state attenti, se andate all'estero ed avete solo una laurea quinquennale... scrivete "vostro nome, MSc" perché potreste avere problemi legali!

In ogni caso, da 10 giorni sono Marcello Seri, MSc... ovvero lo stesso di prima ma con un titolo in più e altre ore di sonno in meno.

Devo dire che, come già per la laurea triennale, il giorno della discussione è stato divertentissimo... quanto me gusta a parlà in pubblico non ve l'immaginate!

Ho preso le foto dell'evento ma devo ancora finire di riordinarle, per cui per ora dovrete accontentarvi della tesi. Che dite la volete? Si intitola "Analisi spettrale del laplaciano magnetico sulle superfici modulari":

Leggi il documento su Scribd: Tesi di laurea specialistica


Inoltre è finalmente disponibile il mio curriculum vitae...

Arrivederci a presto,
Dott. doc

4 commenti:

Maurizio ha detto...

Congratulazioni e tanti tanti tanti auguri!

Leggerò con calma il tuo lavoro. :-)

doc ha detto...

Grazie infinite, vi terrò aggiornati!

Cris ha detto...

Eh, non l'avevamo proprio notato che ti ci stavi anche divertendo a discutere..!!! ;)

Anonimo ha detto...

O sei rapido o il tempo fugge.
Mi pare ieri quando ti sei laureato a Camerino...

Congratulazioni vivissime, Rocco